Le bruschette ed i nostri gusti

La bruschetta è la soluzione geniale per rivitalizzare il pane in via d’invecchiamento: sono sufficienti una bella abbrustolita, un goccio di olio e un’energica strofinata di aglio per preparare un piatto semplice e gustoso. Ma le combinazioni, in un ambiente gastronomico ricco come l’Italia, sono pressoché infinite: gli unici limiti sono la fantasia e i gusti personali. Il pane di base deve essere sempre di tipo casareccio, dalla crosta decisa e dalla mollica ben lievitata, in filoni piccoli o grandi secondo le tradizioni locali. Le fette si possono bruscare, cioè abbrustolire, sulla piastra, in forno o alla brace: l’importante è che risultino ben colorite, croccanti fuori e possibilmente morbide dentro. A questo punto non resta altro che passare agli ingredienti, i veri protagonisti di questo sfizioso antipasto. Esistono appunto moltissime varianti e noi oggi vi vogliamo consigliare 5 diversi abbinamenti di gusto, per ognuno di essi vi proporremo anche uno dei nostri fantastici oli: tra gli infusi evo al basilico, al rosmarino, all’aglio e al peperoncino, e l’olio evo Profumo.
 

1. Classica con infuso al basilico del Bottaccio – La bruschetta base prevede semplice pane bruscato, strofinato con dell’aglio e poco sale ma, la versione più diffusa, entrata negli antipasti misti di centinaia di ristoranti, delle grigliate e delle cene a casa, è quella con l’aggiunta di una dadolata di pomodori freschi: si prepara in anticipo con olio extravergine, sale e basilico, così da insaporire bene il condimento che inzupperà poi il pane. Perché non aggiungere anche della mozzarella, magari di bufala? Lo si può fare a freddo, mischiandola con il pomodoro e un goccio di infuso al basilico del Bottaccio; oppure la bruschetta con mozzarella si può ripassare in forno per pochi minuti, così che il formaggio fonda e l’aspetto diventi simile a quello di una piccola e ricca pizza, da decorare con una fogliolina di basilico fresco.
 
2. Piccante al Pesto – Spostandoci al nord, sarete forse sorpresi di scoprire che il pane della bruschetta si sposa bene anche con il pesto alla genovese. Arricchite con una passata di infuso di olio extravergine al peperoncino del Bottaccio, una croccante e pungente foglia di radicchio e servite fredda.
3. Con il pesce e un tocco d’aglio – Ecco allora una bruschetta davvero estiva che non ha bisogno del pane strofinato con l’aglio, in quanto lo stesso aglio sarà protagonista dell’olio del condimento: salmone affumicato, fettine di fichi ben maturi ed erba cipollina, un filo di infuso all’aglio del Bottaccio poi chiuderà i gusti di un antipasto eccezionale. In alternativa potete usare i gamberetti o le code di gambero pulite e sbollentate per pochissimi minuti, da arricchire con un pizzico di paprika in polvere e, se lo desiderate, con un pesto leggero di zucchine, basilico e mandorle. Se invece siete dei puristi della bruschetta e non potete accettare l’assenza del pomodoro, fate saltare in padella una manciata di moscardini puliti e un cucchiaio di passata o dadini di pomodoro. Condite generosamente il pane con la salsa, i moscardini, l’infuso all’aglio e qualche fogliolina di timo.
 
4. Fresca e d’impatto con i salumi – Nate come piatto povero, le bruschette si combinano facilmente con qualunque tipo di affettato. La tradizione piemontese del soma d’aj (per cui in realtà non si dovrebbe usare il pane bruscato, ma fette ricche di crosta e quindi comunque croccanti), prevede l’abbinamento dell’aglio e di un olio fresco, come il nostro Profumo, con il lardo. Un’altra ottima variante per la bruschetta prevede pancetta con rosmarino e timo oppure con un sostanzioso condimento di cipolla e pasta di salsiccia, spezzettate e cotte insieme in padella, sfumate con vino rosso o aceto balsamico.
 
5. Per dichiararvi veri esperti di bruschette vi manca solo un esperimento: la bruschetta al contrario al rosmarino e formaggio. Qui la base non è costituita dal pane, ma da una fetta spessa di melanzana o zucchina cotta su una piastra molto calda o in forno con pochissimo infuso al rosmarino del Bottaccio. Dunque si sbriciola del pane vecchio e lo si condisce con lo stesso olio, sale e pepe; si aggiunge una dadolata di pomodori e si cosparge il composto sulle fette di verdura già ben cotte; si aggiunge una generosa grattugiata di formaggio grana e si rimette in forno per pochi minuti. La bruschetta contrariata si gusta, con coltello e forchetta, ancora calda.

 

WhatsApp chat
0

Carrello